T. +39 0461 271000

Hotel

Home Hotel

Grand Hotel Trento

Il Grand Hotel Trento è caratterizzato da un’atmosfera elegante e raffinata.

Le camere, spaziose e confortevoli, si suddividono in varie tipologie ed ogni piano è caratterizzato da un colore dominante.

Il vostro comfort è la nostra priorità e per qualunque esigenza, potete contattare la reception 24 ore su 24. Il nostro staff sarà a vostra disposizione per soddisfare ogni tipo di richiesta.

Se avete bisogno di un’auto a noleggio, di prenotare un tavolo al ristorante o di richiedere il servizio in camera, sarà sufficiente contattare la reception.

 

La storia dell’Hotel

Il Grand Hotel Trento, realizzato tra il 1939 e il 1942 dall’ingegner Giovanni Lorenzi (1901-1962), costituisce un bell’esempio di architettura razionalista ispirata al lavoro dell’architetto Erich Mendelsohn (1887-1953) e rappresenta il passaggio storico tra la città medievale e quella moderna. Nella composizione architettonica dei volumi e delle linee riemergono le esperienze futuriste del progettista, che partecipò nel 1933 alla prima “Mostra Nazionale Futurista” di Roma, scrisse un suo Manifesto dell’architettura futurista e pubblicò su “Dinamo futurista”, rivista diretta da Fortunato Depero, l’artista roveretano col quale strinse un lungo sodalizio.

Negli anni Novanta l’edificio subì una radicale ristrutturazione ad opera dell’architetto Glauco Marchegiani, che lo elevò di un piano. Anche gli interni vennero riconfigurati per rispondere al meglio alle nuove esigenze dell’ospitalità alberghiera, mantenendo comunque uno stile classico di ispirazione fin-de-siècle.

Bibliografia: “Il Grande Albergo Trento di Giovanni Lorenzi”, a cura di Massimo Martignoni e Paola Pettenella. Milano: Electa, 1996.