Cosa vedere a Trento in un weekend

Laura Copelli

21 Agosto 2019

Nessun commento

Se provate a digitare su Google la frase “Cosa vedere a Trento”, di sicuro il motore di ricerca vi risponderà con una serie di risultati che comprendono le principali attrazioni della città: Piazza del Duomo, la Cattedrale di San Vigilio, il Castello del Buonconsiglio, Palazzo Pretorio col Museo Diocesano Tridentino, il Muse (il Museo delle Scienze) e il Mart (il Museo di Arte moderna e Contemporanea).

Tutto bellissimo e degno di nota, naturalmente: ma se non è la prima volta che vi trovate a visitare Trento, forse avrete già ammirato tutte queste bellezze storico-artistiche.

Ma come uno scrigno pieno di tesori, Trento città ha ancora parecchie novità, sorprese e chicche da offrirvi, se vorrete andare oltre i monumenti e i musei più famosi e conosciuti. 

Ecco dunque una mini guida alternativa per vedere tutte quelle attrazioni che non siete riusciti a vedere la prima volta che avete visitato la città di Trento: pronti per il tour?

Trento dall'alto

Un itinerario diverso dal solito

Se provate a digitare su Google la frase “Cosa vedere a Trento”, di sicuro il motore di ricerca vi risponderà con una serie di risultati che comprendono le principali attrazioni della città: Piazza del Duomo, la Cattedrale di San Vigilio, il Castello del Buonconsiglio, Palazzo Pretorio col Museo Diocesano Tridentino, il Muse (il Museo delle Scienze) e il Mart (il Museo di Arte moderna e Contemporanea). Tutto bellissimo e degno di nota, naturalmente: ma se non è la prima volta che vi trovate a visitare Trento, forse avrete già ammirato tutte queste bellezze storico-artistiche. Ma come uno scrigno pieno di tesori, Trento città ha ancora parecchie novità, sorprese e chicche da offrirvi, se vorrete andare oltre i monumenti e i musei più famosi e conosciuti. 

Ecco dunque una mini guida alternativa per vedere tutte quelle attrazioni che non siete riusciti a vedere la prima volta che avete visitato la città di Trento: pronti per il tour?

Guarda Trento… dall’alto!

Amate i panorami mozzafiato e non soffrite di vertigini? Allora potete osservare Trento dall’alto! A darvi questa possibilità è la funivia che collega il centro di Trento con il borgo di Sardagna: vi troverete a 600m di altezza, un punto privilegiato per osservare la città da una terrazza panoramica di tutto rispetto. Potrete poi scoprire un piccolo gioiello nascosto. il borgo di Sardagna, con i suoi bellissimi scorci e vicoli. Una passeggiata nel bosco tra noccioli, castagni e faggi vi porterà al centro del borgo, dove potrete concedervi un assaggio di vino locale e visitare le bellezze che anche un piccolo centro come quello di Sardagna sa offrire ai turisti, come ad esempio la chiesa dei SS Filippo e Giacomo coi suoi affreschi. La funivia parte dal centro di Trento, a 200m da Piazza Dante (dove tra l’altro potete ammirare il monumento a Dante Alighieri realizzato da Cesare Zocchi), e vi dà, oltre alla possibilità di fare una bella passeggiata nel verde, anche l’opportunità di vedere Trento da una terrazza panoramica privilegiata. Volete una dritta da vero insider? Andateci nel tardo pomeriggio: vi godrete gli splendidi tramonti sulle Dolomiti!

Trento centro: shopping e una location… diabolica!

Il centro di Trento, come abbiamo detto, è ricco di meraviglie che meritano di essere godute con calma. Dopo esservi rifatti gli occhi, però, non dimenticatevi di fare anche il famoso “giro di sas”: è un’espressione usata dai trentini per definire il giro per il centro città tipico del sabato pomeriggio. Tra assaggi di prodotti tipici, botteghe e negozi specializzati in attrezzature e abbigliamento di montagna, ricordatevi di dare un’occhiata anche a Palazzo Fugger Galasso, detto anche Palazzo del Diavolo. Una leggenda, ripresa anche da Goethe, racconta infatti che fu proprio il diavolo in persona a costruirlo nel giro di una notte.

In vena di romanticismo? Una tappa al lago di Toblino

Il Lago di Toblino è senz’altro uno dei luoghi più romantici del Trentino, grazie alla sua posizione tra boschi e colline, al clima mite che favorisce una vegetazione mediterranea e a un ecosistema in cui vivono numerose varietà di pesci e animali acquatici. Se siete provvisti di macchina potete spostarvi a una quindicina di chilometri da Trento e fare una gita romantica, con tappa al Castello di Toblino, nel XVI secolo residenza estiva del principe vescovo Mandruzzo, oggi ristorante da cui godere di una vista meravigliosa sul lago. Oltre al panorama incantevole, potrete concedervi anche un assaggio delle specialità tipiche del Trentino e decidere di visitare anche le altre bellezze che la Valle dei Laghi è in grado di offrivi.

Alla ricerca degli gnomi e delle leggende del territorio

Se la gita al lago di Toblino vi ha entusiasmato, potete addentrarvi in un altro luogo in cui perdervi per un pomeriggio intero. Parliamo dell’Argentario, altopiano nei pressi di Trento, con le canòpe di Monte Calisio, le famose miniere d’argento che hanno reso questo luogo il distretto minerario più importante del Principato vescovile di Trento tra il XII e il XV secolo. Avrete la possibilità di partecipare a un percorso guidato tra miniere d’argento, fare escursioni nelle aree naturalistiche protette e scegliere fra i vari itinerari proposti, tra cui quello sugli gnomi, alla scoperta delle leggende dell’altopiano o quello con visita alle fortificazioni austro-ungariche di Monte Calisio.

Il mercatino di Natale

Infine, se vi trovate in città sotto il periodo natalizio, beh, una scappata a vedere il mercatino di Natale di Trento, in Piazza Fiera e Piazza Cesare Battisti dovete proprio farla. La città si accende di luci e festoni natalizi e il mercatino di Natale crea un’atmosfera magica ricca di bancarelle di prodotti e oggetti tipici (a differenza di altri mercatini, in questi la dicitura “tipico” o “del territorio” è quanto mai autentica!). Si va dai prodotti enogastronomici ai dolciumi, dalle bancarelle di artigianato locale a quelle di abbigliamento. Insomma, un assortimento di prodotti autentici da visionare (e assaporare) con calma, concedendosi una passeggiata e magari un bicchiere di vin brulé per riscaldarsi nelle pause fra un banco e l’altro. Ideale per respirare l’atmosfera del Natale, è un’attrazione dedicata a tutti, famiglie e amanti dello shopping, da non perdere se non l’avete ancora sperimentata. Si tratta di una tradizione ormai consolidata da anni, tanto da avere addirittura un countdown dedicato sul sito del mercatino di Natale (che verrà inaugurato il 23 novembre 2019). 

Il conto alla rovescia, quindi, è già iniziato… e aspetta solo voi. Pensate fin d’ora al vostro viaggio in Trentino: il Grand Hotel Trento vi aspetta con la sua location inimitabile, le sue comodità, la sua posizione invidiabile e tutti i servizi che lo staff è pronto a offrirvi.

PRENOTA ORA