Val di Non, tra fioriture ed escursioni fra i castelli

Laura Copelli

29 Aprile 2020

Nessun commento

Il nostro viaggio per raccontarvi cosa vedere a Trento e nei suoi dintorni continua. Stavolta vogliamo parlarvi della Val di Non, il luogo ideale per fare il pieno di colori e natura. Una volta finito questo periodo, avremo tutti voglia di ricominciare a spostarci, per goderci gli spazi aperti e lo stare insieme, e lasciare alle spalle questa quarantena. E quale posto migliore per immergersi nel verde se non la Val di Non, in Trentino?

 

Un luogo dove il solo vedere i panorami delle Dolomiti, montagne dal fascino incontrastato, può rimetterci in pace con l’universo, dove le passeggiate tra laghi e boschi sapranno rinfrancare lo spirito e farci approfittare appieno della meraviglia del paesaggio montano.

 

E allora organizzare già adesso che siete a casa un itinerario per il futuro è senz’altro un’ottima idea per prenotare la vostra prima vacanza post-coronavirus: noi del Grand Hotel Trento, dal canto nostro, non vediamo l’ora di accogliervi e di suggerirvi tantissime gite da effettuare in giornata.

Visitare Trento: dov’è la Val di Non

La Val di Non, a poco più di mezz’ora di auto dal capoluogo, è una delle valli del Trentino, a nord-ovest della città di Trento: è circondata dalla catena montuosa delle Maddalene a nord, dalle Dolomiti di Brenta a sud, a est dai monti Anauni e a sud dalla Paganella. L’altopiano della Val di Non viene attraversato dal torrente Noce, affluente del lago di Santa Giustina, e si estende fino a San Felice, in provincia di Bolzano.
Dalla metà di aprile in poi, le pendici della Val di Non si tingono di bianco: sono i fiori dei meli che regalano questo colore. La frutta verrà poi raccolta in autunno, ma in questo momento la fioritura trasforma la zona donandole un aspetto magico e dando vita a uno spettacolo imperdibile.

Tutte queste caratteristiche, unite alla sua vicinanza a Trento, rendono la Val di Non una meta immancabile e una soluzione paesaggistica di grande valore: boschi, prati, montagne e colline ne fanno uno dei posti più adatti per vivere giornate di assoluto relax, immersi nella natura, per chi vuole ricominciare a viaggiare al più presto e sta già pensando a qualche gita adatta a tutta la famiglia.

Cosa vedere nei dintorni di Trento: un itinerario attraverso i laghi della Val di Non

Laghi Val di Non

Se state cercando un’idea per delineare l’itinerario della vostra prossima vacanza, non dimenticate i laghi di cui la Val di Non è costellata: dal lago di Santa Giustina, presso la città di Cles, al lago di Tovel, nel comune di Ville d’Anaunia; dal lago di San Felice al lago Smeraldo, fino ai laghi di Coredo e Tavon e di Tret.

 

Con la creazione del bacino artificiale del lago di Santa Giustina, la cui diga venne inaugurata nel 1951, molti masi, strade e ponti vennero sommersi: talvolta, quando il livello del lago scende, è possibile vedere riaffiorare dalle acque proprio alcuni di questi ponti, come ad esempio il ponte dei Regai e il ponte di Banco.

 

Ma non è il solo lago che presenta una storia curiosa: il lago di Tovel, infatti, era chiamato anche il lago rosso, a causa delle presenza di un’alga, la tovellia sanguinea, che fino al 1964 conferiva alle acque un’unica colorazione.

Un fenomeno affascinante, quasi come quello legato a un’altra leggenda: pare infatti che in inverno le acque di questo lago ghiacciassero talmente in profondità da poterci passare sopra addirittura con dei carri.

 

Il lago Smeraldo, in alta Val di Non, invece, oltre a un panorama stupendo, regala ai turisti anche una piccola spiaggia e la possibilità di raggiungerla grazie a una piacevolissima passeggiata tra sentieri che passano accanto ad un antico lavatoio, un ponte romano e un vecchio mulino.

 

Tutte queste sono idee perfette per pensare ad un percorso attraverso boschi e luoghi naturali in grado di fornire relax e ristoro a chi ama passeggiare in montagna e perdersi tra i colori della natura.

I castelli della Val di Non

Oltre agli incredibili panorami montani, al vostro itinerario sulle cose da vedere a Trento e nei pressi della Val di Non potete aggiungere anche altre bellezze del territorio: stiamo parlando dei castelli e di altri luoghi ricchi di storia che sorgono proprio in quest’area

Castel Thun, Castel Cles, Castel Coredo… ma anche Castel Valer o il Santuario di San Romedio, il patrono della Val di Non. Senza dimenticare Palazzo Nero a Coredo, famoso per essere stato la sede di un grande processo per stregoneria tenutosi tra il 1613 e il 1614.

Castel Cles, appartenente alla famiglia del principe vescovo di Trento Bernardo Clesio, si trova su un promontorio dal quale si specchia nelle acque del lago di Santa Giustina e presenta degli interni particolarmente preziosi, arricchiti con affreschi cinquecenteschi di grande pregio a opera del pittore Marcello Fogolino.

Castel Coredo, al contrario, a causa dell’incendio che lo distrusse nel 1611, ha l’aspetto di un più moderno palazzo signorile, ma conserva al suo interno affascinanti arredi, trofei di caccia e dipinti della Casa d’Asburgo.

Castel Thun, invece, conserva ancora oggi l’importanza della dimora di una delle più potenti famiglie feudali del tempo, i Thun: sorge su una collina presso Vigo di Ton, da cui domina l’intera valle e custodisce al suo interno una raccolta artistica di grande importanza.

Un itinerario che si rispetti non può non comprendere anche momenti di carattere storico-artistico, giusto? La Val di Non soddisferà sia la sete di conoscenza degli amanti della storia, che quella degli appassionati d’arte, grazie ai suoi castelli e alle imponenti raccolte artistiche da poter visitare. Se vi state domandando cosa vedere a Trento e nei dintorni, la Val di Non è quindi un’ottima risposta!

Visitare la Val di Non è un’ottima idea… ma dove alloggiare?

Preparare un tour significa scegliere anche una struttura che vi offra riposo, relax e tutti i comfort di cui avete bisogno dopo una giornata passata tra natura e castelli: noi del Grand Hotel Trento saremo lieti di ospitarvi, offrendovi camere comode ed eleganti, la possibilità di rilassarvi in un’atmosfera tranquilla e, se non avete voglia di uscire, anche quella di cenare direttamente in hotel, presso il nostro raffinato ristorante Clesio.

Potrete anche godere di una vista invidiabile su tutta la città di Trento dalla nostra terrazza panoramica, e tenervi in forma allenandovi in palestra. Il tutto a due passi dalla stazione di Trento e dal centro della città, raggiungibile in pochi minuti a piedi.

Nel momento in cui finalmente si tornerà a viaggiare, sarà bellissimo farci trovare pronti a riprendere la nostra vita il prima possibile. Viaggi, incontri, scoperte, passeggiate, destinazioni nuove e vecchi amici da incontrare dopo questo periodo di stop ci faranno riscoprire la bellezza e il piacere di muoversi in Trentino: noi vi aspetteremo pronti ad accogliervi e a rendere, come sempre, il vostro soggiorno a Trento città assolutamente unico!

PRENOTA ORA